The Elder Scrolls: Call to Arms

Annunciato quasi in sordina il gioco da tavola del famosissimo franchise Elder Scrolls, che sarà ambientato nel mondo di Tamriel, e più precisamente ai tempi di Skyrim

Poche informazioni, molto hype

Non sappiamo ancora molto riguardo questo titolo che, almeno per me, è da cerchio rosso sottolineato, da amante della saga quale sono. Le uniche informazioni che Modiphius ha rilasciato sono che il gioco sarà un miniatures game con resine da 32mm, e che sarà rispettata storia e ambientazione del quinto capitolo della saga.

Scritto da Mark Latham, autore di titoli di livello, The Walking Dead: all out war e Harry Potter: miniatures game tra gli altri, il gioco riprende le meccaniche di Fallout Wasteland Warfare, e ne implementa la storia ed il flow in modo da essere perfettamente congeniale al mondo di Skyrim.

Call to Arms: Il Dragonborn in vendita in anteprima

Bello solo a vedersi?

L’editore, come già detto, ha rilasciato pochissime informazioni a riguardo, facendo trapelare che avremo la possibilità di prendere il comando di un Dragonborn e di affrontare i livelli in maniera cooperativa, competitiva o, udite udite, in solitaria. Lo starter set prevede soltanto una modalità 2 giocatori (o solitario), in cui prenderemo le parti di una delle due fazioni del videogioco, i Manto della Tempesta o gli Imperiali. Esploreremo così il mondo di Tamriel, ripulendo caverne, combattendo in castelli in rovina e nelle lande norrene, il tutto gestito da un “mazzo storia”.

Pare ci sarà anche la possibilità di conquistare i forti e stabilire li il nostro avamposto

E’ già attiva la prevendita per il primo personaggio, ad un prezzo intorno ai 20€, e sono state già confermate varie espansioni come elementi scenografici, personaggi, monete in metallo e molto altro!

Seguiremo per voi l’andamento del gioco e delle sue varie uscite! Al prossimo aggiornamento



La tua opinione per noi è molto importante.
Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici.
Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!


Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche: